Bonus Energia Elettrica - Gas - Acqua

Cos'è

Riduzione della spesa sostenuta dalle famiglie a basso reddito per la fornitura di energia elettrica, di gas naturale e di acqua attraverso l’applicazione di uno sconto sulla spesa media annua presunta.

A chi è rivolto

  • BONUS PER DISAGIO ECONOMICO - Ai cittadini residenti titolari di un’utenza elettrica, di un’utenza gas e di un'utenza acqua nell’abitazione di residenza e con un valore ISEE non superiore a € 8.107,50 per famiglie fino a 3 figli o con un valore ISEE non superiore a € 20.000 per famiglie con 4 o più figli a carico.

  • BONUS PER DISAGIO FISICO - A quei cittadini che, per casi di malattia grave, hanno bisogno di apparecchiature che funzionano a energia elettrica e che, quindi, versano in condizioni di disagio fisico. Non esiste un imite ISEE per poter beneficiare del contributo

 

Modalità

Per quanto riguarda il bonus energia elettrica per disagio economico l’importo varia in base al numero dei componenti del nucleo famigliare secondo la tabella che segue (aggiornata al 2018): 

 

1 - 2 componenti 125 euro
3 - 4 componenti 153 euro
oltre 4 componenti 184 euro

 Gli aventi diritto percepiranno lo sconto direttamente in bolletta.

Il valore del bonus energia elettrica per disagio fisico è articolato in 3 livelli che dipendono da: potenza contrattuale, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e tempo giornaliero di utilizzo.

 

anno 2018 FASCIA MINIMA FASCIA MEDIA FASCIA MASSIMA
extra consumo rispetto a utente tipo (2700/kWh/anno) fino a 600 kWh/anno tra 600 e 1200 kWh/anno  
oltre 1200 kWh/anno
fino a 3 kW  
€ 193
 
€ 318
 
€ 460
oltre 3 kW (da 4,5 kW in su) € 452  
€ 572
€ 692
 
Per quanto riguarda il bonus gas l’importo varia in base al numero dei componenti del nucleo famigliare e alle categorie d’uso.
Consultare l'apposita pagina dedicata sul sito della "Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti" al fine di calcolare il proprio beneficio.

Gli aventi diritto nel caso di impianti autonomi percepiranno lo sconto direttamente in bolletta.

Nel caso di impianti condominiali il bonus sarà erogato tramite bonifico domiciliato da incassare presso un qualsiasi ufficio postale.
 
Il bonus idrico garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitante/giorno) per ogni componente della famiglia anagrafica dell’utente. Tale quantità è stata individuata dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 13 ottobre 2016 come quella minima necessaria per assicurare il soddisfacimento dei bisogni fondamentali della persona. Il bonus garantirà, ad esempio, ad una famiglia di 4 persone di non dover pagare 73 metri cubi di acqua all’anno.


Come stabilito dal Decreto Legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157, a partire dal 1° gennaio 2021 i bonus sociali per disagio economico saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto.

Pertanto, dal 1° gennaio 2021i cittadini non dovranno più presentare domanda per ottenere i bonus per disagio economico relativamente alla fornitura di energia elettrica, di gas naturale e per la fornitura idrica presso i Comuni o i CAF i quali non dovranno accettare più domande.

Ai cittadini/nuclei familiari aventi diritto verranno erogati automaticamente (senza necessità di presentare domanda) le seguenti tipologie di bonus:

  • il bonus elettrico per disagio economico
  • il bonus gas
  • il bonus idrico

Non verrà invece erogato automaticamente il bonus per disagio fisico il quale continuerà ad essere gestito da Comuni e/o CAF.

Per ottenere i bonus per disagio economico, pertanto, sarà sufficiente richiedere l’attestazione ISEE. Se il nucleo familiare rientrerà nelle condizioni che danno diritto al bonus, l'INPS, in conformità a quanto previsto dalla normativa sulla privacy, invierà i dati necessari al Sistema Informativo Integrato (SII), gestito dalla società Acquirente Unico, che provvederà ad incrociare i dati ricevuti con quelli relativi alle forniture di elettricità, gas e acqua consentendo l’erogazione automatica del bonus agli aventi diritto.

Per l’accesso al bonus per disagio fisico nulla cambia dal 1° gennaio 2021: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali dovranno continuare a fare richiesta presso i Comuni e/o i CAF delegati.

Per ogni altra informazione o chiarimento e per ricevere assistenza è possibile contattare il Call Center SGAte al Numero Verde 800192719 oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica sgate@anci.it

torna all'inizio del contenuto